Connettiti con noi

Coppa Italia

La10 Livorno KO, ma i giochi non sono chiusi

Pubblicato

su

La L84 Women si aggiudica un’entusiasmante gara-1 nei quarti di finale di coppa Italia disputati ieri sera a Brandizzo contro la forte compagine de La10 Livorno: il risultato parla in favore della formazione allenata da Rocco De Felice per 6-4

La sfida tra L84 Women e La10 Livorno è da subito accesa e divertente. Il primo spunto è di una Mondino in grande spolvero, che impegna subito il portiere avversario a pochi istanti dal calcio d’inizio. Le toscane però si fanno vedere verso il 3’ e Camilla Chenna è costretta agli straordinari. E’ di Barrilà, però, la rete che sblocca l’incontro. La L84 subisce poi un momento di difficoltà attorno alla metà della prima frazione: Perelli impegna ancora una volta Chenna che, tuttavia, nulla può appena qualche secondo più tardi sulla conclusione di Mastalli che regala l’1-1 alle livornesi. Passano 18 secondi e Giubbolini colpisce un palo. La L84 si affida allora a qualche ripartenza, ma il palo si oppone ad un’ottima Erika Veglio all’11’30”. Quest’ultima riesce però a rimediare allo scoccare del 13esimo minuto, segnando la rete del nuovo vantaggio da azione da rimessa laterale. Il 3-1 neroverde è anche in questo caso figlio dell’organizzazione e arriva con un perfetto schema da calcio piazzato che porta Veglio a siglare il 3-1 con cui si chiude la prima frazione di gioco.

Nella ripresa la La10 Livorno mostra più coraggio, rendendosi più pericolosa. Mastalli al 2’20” tira di poco fuori, mentre Veglio al 2’43” ruba palla a metà campo e va a segnare il 4-1. Mastalli sforna assist: Fossi ne approfitta e accorcia le distanze prima col 4-2 e poi firmando il 4-3. Beidda sigla il doppio vantaggio L84 al 9’42” e la gara si conferma spettacolare come da aspettative. Al minuto 12’50” Barillà costringe Romiti ad una paratissima, mentre è ancora Beidda a trovare la via del gol, portando il punteggio sul 6-3. La gara sembra destinata a finire così, ma a poco più di un minuto dal termine Fossi segna la sua personale tripletta per il 6-4 finale che tiene comunque in vita le speranze de La10 Livorno (che prima della gara confidava di limitare i danni in questo match) in vista della gara di ritorno di settimana prossima.