Connettiti con noi

Coppa Italia

Infinity, Carluccio: “Grazie a questo gruppo stupendo”

Pubblicato

su

E’ stata una finale emozionante quella vinta ieri mattina dall’Infinity allenata da Marta Carluccio, che fatica anche a parlare dopo aver quasi perso la voce guidando le sue ragazze in campo

Marta Carluccio non ha più voce a fine partita. Un po’ per aver guidato la sua Infinity Futsal Academy per 50 minuti effettivi, un po’ per aver comprensibilmente esultato e festeggiato, urlando a squarciagola con squadra e sostenitori. D’altronde un triplete (campionato, coppa regionale e coppa nazionale) non è qualcosa che accade tutti i giorni: “E infatti ho pensato di ritirarmi”, ha scherzato la coach veneta.

Battute a parte, però, l’Infinity può davvero proporsi ora come una nuova realtà nazionale di primo piano: “Abbiamo creduto in questo successo passo dopo passo. Oggi abbiamo vinto la gara decisiva di un percorso più lungo”, sono le parole di Marta Carluccio. Che poi ha aggiunto: “Abbiamo visto una gran bella partita. Devo ringraziare questo gruppo stupendo per questa ennesima vittoria. E non voglio dimenticare il pubblico che ci ha seguiti fin qui per sostenerci”. La coach del club veneto ha poi concluso: “Chi ha visto questa gara credo che possa aver compreso cosa significhi il futsal femminile, soprattutto se consideriamo che queste due squadre sono vincitrici di un campionato regionale”.

Ha poi preso la parola l’MVP di questa finale, Mara Cicheri, entrata in campo dopo l’infortunio di Dalla Pellegrina e divenuta poi in pochi minuti la protagonista più inattesa del match con due reti: “Una volta entrata ho solo pensato di andare a vincere questa partita. Ero pronta: chi fa questo ruolo lo è sempre. E poi lo dovevo alle ragazze, che mi hanno accolta come se fossi sempre stata qui. Ringrazio anche mister Carluccio, oltre al preparatore Fabio Coletto, che mi ha permesso di rialzarmi dopo un periodo in cui ero a terra”.