Connettiti con noi

CR Piemonte-VdA

CR Piemonte: Foschia presidente

Pubblicato

su

Assemblea “calda” a Torino: presenti 29 società di futsal su 30, mentre il calcio litiga. Insulti e parole pesanti tra Marmo (BSR Grugliasco) e Chiavassa (delegato Cuneo)

Mauro Foschia è il nuovo presidente del Comitato Regionale Piemonte Valle d’Aosta della Figc-Lnd. L’assemblea straordinaria si è svolta questa mattina, presso l’Auditorium del Santo Volto di Torino: 288 le società presenti direttamente o per delega, il 59 percento delle aventi diritto al voto.

Il calcio a 5 era rappresentato per 29 società su 30 (assente solo la Futsal Savigliano). L’assemblea è stata condotta dall’avvocato Tommaso Servetto. Era presente anche il presidente “uscente” del Comitato Regionale, Christian Mossino, ora vicepresidente vicario della Lnd. E’ intervenuto invece in videoconferenza il presidente della Lnd, Giancarlo Abete: “Mi spiace non poter essere presente, ma so di poter fare affidamento su Mossino, Foschia e Scrofani, che sono lì con voi. Siamo a conoscenza delle problematiche che coinvolgono le società e che richiedono risposte: dall’impiantistica al vincolo, passando per le omologazioni dei campi, l’impiego dei giovani e i contributi di solidarietà”. L’ex numero uno della Figc ha aggiunto: “Rappresentiamo quasi un milione di atleti e 44mila società. Dobbiamo ragionare in un’ottica collegiale e Mossino sta seguendo direttamente alcune delle più urgenti questioni”.

La Regione Piemonte è stata rappresentata dall’assessore allo sport, Fabrizio Ricca: “Giocare a pallone è il sogno di ogni bambino. Senza le società non possiamo continuare ad alimentare i sogni di questi ragazzi: è lì che diventano uomini, prima che calciatori”.

E’ intervenuto anche il vicepresidente dell’Area Nord Lnd, Giulio Ivaldi, mentre Mauro Foschia ha chiuso il giro di interventi con un breve ma incisivo discorso, peraltro unico dei presenti in sala ad aver nominato il calcio a 5 durante il corso dell’intera assemblea.

Hanno poi preso la parola alcuni rappresentati di società (nessun intervento da parte di società di futsal) e i toni non sono sempre stati cauti. Il primo a parlare è stato Felice Marmo, presidente del BSR Grugliasco, che ha invitato i presenti ad astenersi durante la procedura di voto.

Luigi Pulici (Vallorco) e Gianluca Costa (delegato assembleare) richiamano invece alla continuità: “Foschia è adatto al ruolo”. Poi la parola passa a Roberto Fimiani (Antonelliana), che chiede maggiore considerazione e lamenta di non aver mai ricevuto contributi. Tocca poi a Roberto Salerno (Torino Calcio Femminile), che invece vuole sensibilizzare tutti circa il concetto di “dilettantismo” all’interno del mondo della Lnd, appunto.

L’ultimo intervento è quello che infiamma l’assemblea ed è quello di Pino Chiavassa, delegato cuneese (nonché sindaco di Centallo), che si schiera in modo forte e deciso contro il discorso di Felice Marmo. Luigi Riccetti, presidente del Cenisia, sale sul palco per prendere la parola in difesa di Marmo, seppure l’avvocato Servetto gli faccia notare come il tempo per prenotare gli interventi sia concluso: “Chiavassa tu non sai neppure dove c***o ti trovi”, riesce comunque a dire Riccetti. Segue la votazione e la conseguente proclamazione, ma all’uscita il diverbio tra Chiavassa e Marmo continua: i due, sotto i nostri occhi, vengono quasi a contatto e si urlano dietro un po’ di tutto. Parole e concetti che non riportiamo, anche perché in una fase dell’assemblea si è parlato del calcio come un sogno per i ragazzi e di certo questa parentesi non può che rappresentare un brutto incubo (per tutti).

Mauro Foschia parla dopo la proclamazione a presidente del C.R. Piemonte Valle d’Aosta

Al di là di questo, comunque, il voto palese ha portato all’elezione di Mauro Foschia, che diventa presidente con 226 preferenze espresse a fronte di 42 astensioni: “Ringrazio tutti coloro che mi hanno manifestato la loro fiducia, sarò il presidente di tutti e soprattutto a servizio di tutte le componenti del nostro calcio dilettantistico e giovanile”.