Connettiti con noi

Maschile

Real San Giuseppe: è 0-6 a tavolino col Petrarca

Pubblicato

su

Il Petrarca Padova vince il ricorso contro il Real San Giuseppe. Il Giudice Sportivo dà ragione ai veneti per il caso Salas. I campani ricorreranno in appello

Quattro pagine di delibera per il ricorso avanzato dal Petrarca Padova contro il Real San Giuseppe: è complicato anche solo sintetizzare quanto riportato dalla segreteria della Divisione Calcio a 5 col provvedimento adottato dal Giudice Sportivo che dà ragione ai veneti per il caso Salas. La questione, d’altronde, era delicata quanto intricata e complessa.

In seguito al 6-0 a tavolino inflitto al Real San Giuseppe, nell’ultima giornata di Serie A non saranno più a rischio le posizioni playoff di Sandro Abate, Feldi Eboli, Futsal Pescara e Ciampino Aniene.

Sostanzialmente, il Giudice Sportivo ha analizzato la copiosa documentazione pervenuta dal Petrarca Padova, constatando la veridicità dei fatti: la squalifica rimediata da Salas durante la sua esperienza all’Alma Salerno non è stata scontata nelle successive esperienze, nemmeno quando, in Spagna, ha saltato due gare da tesserato di El Pozo Murcia: nel foglio di via allegato al transfer non vi erano squalifiche pendenti da riportare e scontare in terra iberica. Al ritorno in Italia, quindi, lo stop di un turno risultava ancora in corso. Risultando in distinta in tutti gli incontri del Real San Giuseppe fino a quella gara, Salas era quindi da considerarsi ancora in posizione di squalifica.

Tra giuridichese e accenni di latino, ecco il comunicato ufficiale che riporta il provvedimento.

La replica del Real San Giuseppe non si è fatta attendere: “Il Real San Giuseppe prende atto della decisione del Giudice Sportivo della sconfitta a tavolino con il Syn-Bios Petrarca – si legge nella nota rilasciata dal club -. La società intende trasmettere la volontà di difendere i propri diritti e presenterà ricorso in tutti i gradi di giudizio, al fine di rispettare il lavoro della stessa e il risultato emerso dal campo, non avendo infranto nessuna regola”.

Di questa storia, quindi, pare sia stato scritto solo il primo di una serie di capitoli.