Connettiti con noi

Coppa Italia

Ragusa, Marino: “Final Four un premio alla stagione”

Pubblicato

su

Siamo sempre più vicini alle final four di coppa Italia di Serie C femminile in programma a Brandizzo: abbiamo parlato con Peppe Marino, allenatore del Futsal Ragusa

C’è il Futsal Ragusa tra le quattro formazioni femminili che prenderanno parte, sabato e domenica, alla Final Four di coppa Italia di Serie C: “Siamo una società nata di recente, nel 2019, e questo è il primo campionato che riusciamo a concludere”, ha spiegato il tecnico, Peppe Marino. Il covid e i conseguenti rinvii e stop imposti da federazioni e comitati non hanno aiutato le società nell’ultimo biennio: “E’ stato una sorta di nuovo primo anno per noi. Nella nostra squadra ci sono solo ragazze locali, eccezion fatta per due palermitane ed una giapponese”, ma sono tutte ormai di casa, ha fatto intendere il tecnico.

“Ci siamo ritrovate favorite nel nostro girone regionale, con una squadra forte insomma”, lo dice quasi stupito Marino, ma certamente orgoglioso del lavoro svolto finora: “Il campionato è stato comunque molto difficile, con due rivali ‘tignose’, che siamo riusciti a vincere imponendoci nello spareggio con la Meta Catania”. In coppa il percorso è stato altrettanto arduo, spiega l’allenatore siciliano: “L’ottavo di finale a Reggio Calabria non dico che sia stato semplice, ma siamo riusciti a superarlo agevolmente. A Lecce, invece, nei quarti, sono serviti i tiri di rigore. Anche se in quell’occasione, ad onor del vero, eravamo decisamente a ranghi ridotti”. D’altronde succede anche a livelli più alti che gli impegni di lavoro si sommino ad infortuni, casi Covid e quant’altro: “Ma devo dire che questa squadra è tosta e sa aiutarsi vicendevolmente – ha ribadito Marino –. Questo senso di unione e collaborazione, almeno in parte, credo di essere riuscito a trasmetterglielo io”.

L’avversaria di questa semifinale, per il Futsal Ragusa, sarà l’Infinity Futsal Academy: “Ho visto qualche filmato e posso solo dire che sarà molto difficile per noi. Giunti a questo punto, però, credo che tutte le compagini siano forti e temibili. Crederci non costa nulla e quando entreremo in campo ce la giocheremo. Se le nostre avversarie saranno più brave, non avremo problemi ad ammettere la loro superiorità”, ha sottolineato mister Marino.

Per chi arriva dalla Sicilia, una final four a Torino rappresenta un impegno gravoso, ma il tecnico ragusano minimizza: “Essere a Torino per questo evento per noi è un premio per la stagione fatta e stiamo vivendo questa esperienza con lo spirito giusto e anche un pizzico di leggerezza”.