Connettiti con noi

Coppa Italia

ES Chieti, Maione: “Sogniamo il triplete”

Pubblicato

su

Siamo sempre più vicini alle final four di coppa Italia di Serie C femminile in programma a Brandizzo: dopo Peppe Marino (Futsal Ragusa), tocca a Valentina Maione dell’ES Chieti

Tra sabato e domenica andranno in scena a Brandizzo le final four di coppa Italia di Serie C femminile. La grande favorita di queste magnifiche quattro sembra essere la ES Chieti, avversaria in semifinale della L84: “La nostra è una società che esiste da una ventina d’anni e che è tornata ad avere una squadra femminile da poco prima della pandemia. Arrivavamo come gruppo da un altro club e ci siamo proposte a Giancarlo Valentini, che ci ha accolto con entusiasmo”, sono le parole di Valentina Maione, coach della ES Chieti.

“Abbiamo perso due anni, come accaduto un po’ a tutti, ma il progetto ha avuto continuità e la società ha dimostrato fiducia nei nostri confronti. La squadra – ha sottolineato Maione – è ottima: vantiamo in squadra giocatrici di categoria superiore, cito solo Silvetti e Nobilio che hanno anche giocato in Serie A. Per ora stiamo raccogliendo i frutti del lavoro svolto”. Sulla qualità principale della sua squadra, l’allenatrice della ES Chieti non ha dubbi: “Il gruppo. Siamo un collettivo unito e ricco di passione: a questi livelli se lo staff tecnico imposta la settimana con quattro allenamenti e tu ci sei sempre, significa che hai voglia di emergere e passione per questo sport”. La Serie A2 è uno step “automatico”, di fatto: “La faremo, senza dubbio. Ma adesso pensiamo alla coppa: arrivare alle final four era un promo obiettivo. Già prima del sorteggio avevo studiato un po’ L84 e La10 Livorno. Diciamo che il sorteggio non è stato dei più fortunati”, ma Rocco De Felice aveva commentato allo stesso modo, parlando del valore della ES Chieti. “D’altronde, siamo le quattro migliori d’Italia: se vuoi vincere, devi battere chiunque”, ha sottolineato Valentina Maione.

Troppo poco tempo per proporre Chieti come location di queste final four, le abruzzesi arriveranno a Torino in ogni caso entusiaste: “A livello logistico, meglio Torino di Ragusa”, è l’ironico commento della coach. L’Abruzzo però è terra di tradizione per il futsal e la stessa Maione ne sente il peso: “Vincere questa coppa ci permetterebbe di fare quel triplete di cui sono state protagoniste già in passato l’AZ Gold e il TikiTaka. Sarebbe una grossa soddisfazione per me, che alleno da poco tempo, ma soprattutto per la società, che dal nulla si ritroverebbe con un pieno di vittorie al femminile”.