Connettiti con noi

Coppa Italia

F4, la parola agli sconfitti

Pubblicato

su

Futsal Ragusa ed ES Chieti hanno perso ieri pomeriggio le rispettive semifinali di coppa Italia di Serie C in programma a Brandizzo

Non perde il sorriso, Peppe Marino, allenatore del Futsal Ragusa, nemmeno dopo la sconfitta rimediata dalle sue ragazze nella semifinale di coppa Italia di Serie C giocata contro le venete dell’Infinity Futsal Academy. Il 5-2 di Brandizzo non toglie merito alla stagione delle siciliane secondo il tecnico: “E’ stata una stagione lunga. Le ragazze non sono angustiate dalla sconfitta: hanno dato tutto. Gli errori si fanno e nonostante il risultato io sono contento: la prestazione c’è stata. Certo, perdere non fa mai piacere a nessuno, ma anche questo ci aiuterà a fare esperienza”, ha ribadito Marino. “Le nostre avversarie erano ben messe in campo e avevano la possibilità di effettuare più rotazioni di noi, ma non abbiamo nulla da recriminare”, ha concluso il tecnico del Futsal Ragusa.

Decisamente diverso l’umore di coach Valentina Maione (ES Chieti). La sconfitta subita contro la L84 fa male: “Credo intanto che sia stata una bellissima semifinale. In campo si è visto quello che tutti si aspettavano”, è il primo commento dell’allenatrice. “Sapevamo che avrebbe vinto chi sbagliava meno e a certi livelli non possiamo concedere certi errori alle nostre avversarie”, ha proseguito Maione. Alle sue ragazze, però, dice: “Non smetterò mai di ringraziarle. A questi livelli giochiamo, ma nella vista facciamo altro. Inoltre, per questa gara, a differenza della L84 avevamo un lungo viaggio sulle spalle, ma credo che questa cosa non si sia vista in campo”. Infine, Valentina Maione ha parlato della finale in programma stamattina (ore 11.00, Brandizzo): “Credo che la L84 sia favorita. Ha qualcosa in più e giocatrici di altra categoria. E’ però una finale e tutto può succedere”.